+39 06 99551962 rmic8dd00n@istruzione.it

Fra pochi giorni cominceranno le prove INVALSI delle classi terze della scuola secondaria di primo grado secondo il dettato del decreto legislativo n. 62 del 13 aprile 2017.

Le prove 2018 presentano due importanti novità rispetto al passato:

  1. saranno svolte interamente al computer, attraverso credenziali individuali per ogni alunno, saranno quindi contestualmente trasmesse a Invalsi che si occuperà in automatico della correzione senza che vi sia nessun intervento manuale. Gli esiti delle prove saranno poi restituiti alla scuola prima dello scrutinio di ammissione all’esame e andranno a costituire 3 nuove specifiche sezioni della Certificazione delle competenze, rispettivamente per la lingua italiana, la matematica e la lingua inglese. La competenza nelle tre aree sarà indicata su una scala di 6 livelli per Italiano e Matematica e di 4 livelli per Inglese. Tali livelli rappresentano la descrizione dei risultati raggiunti rispetto ai traguardi delle Indicazioni nazionali.
  2. la seconda novità è proprio la prova di Inglese. La prova sarà strutturata in due parti,  Reading e  Listening, ovvero lettura e ascolto, ognuna della durata di 40 minuti e separate da un intervallo di 15 minuti.

L’organizzazione delle prove computer based ha richiesto alle scuole italiane, e naturalmente anche alla nostra, un notevole sforzo, soprattutto dovuto alla carenza di infrastrutture, strumenti e personale a disposizione per garantire lo svolgimento di tutte le azioni correlate.

Ciò nonostante, anche stavolta abbiamo fatto fronte all’impegno e contiamo di riuscire a garantire ai nostri alunni uno svolgimento il più possibile sereno di questo interessante momento di valutazione esterna.

Per gli alunni, il valore aggiunto di questa prova è infatti proprio quello di avere un esito espresso con gli stessi valori su tutto il territorio nazionale, quindi perfettamente comparabile e che consente di capire in modo semplice ed esplicito qual è il livello di competenza raggiunto rispetto a traguardi comuni a tutti gli studenti del Paese.

Per gli insegnanti e per la scuola, il vantaggio sarà quello di disporre dei risultati dei propri allievi su una scala unica per ciascun ambito disciplinare, legata direttamente ed esplicitamente ai traguardi delle Indicazioni nazionali.

La valutazione Invalsi NON inciderà più sul voto d’esame che, invece, tiene conto di un complesso insieme di valutazioni formative e sommative dei docenti.

Sono certa che gli alunni e gli insegnanti dell’IC Cena di Cerveteri affronteranno queste prove con la serietà, l’impegno e il senso del dovere che li contraddistinguono e ciò non potrà che tradursi in un’esperienza che sarà, comunque vada, un sicuro momento di crescita individuale e di formazione personale.

Un doveroso ringraziamento ai collaboratori del DS, al personale dell’ufficio, al team Innovazione digitale, per la disponibilità e il notevole lavoro compiuto, tra mille difficoltà, per garantire agli alunni la maggiore serenità nello svolgimento delle prove.

Buon lavoro a tutti!

Loredana Cherubini

Si fornisce, di seguito, il CALENDARIO DELLE PROVE e parte del materiale informativo pubblicato da INVALSI e di cui si raccomanda l’attenta lettura per le rispettive parti di interesse.

Riepilogo_informazioni_PROVE_INVALSI_CBT_III_secondaria_di_primo_grado

Indicazioni_DVA_DSA

Caratteristiche prove ITA e MAT

Caratteristiche prova ENG

Manuale_del somministratore

 

 151 total views,  1 views today